­
AtraX si ferma qui?
25 luglio 2017

Sono passati ormai più di 3 anni dall’inizio della nostra avventura nell’Esports, portata avanti con orgoglio e determinazione. In questo periodo abbiamo avuto il piacere di conoscere molti giocatori, nonché ottime persone. Siamo cresciuti insieme credendoci fino in fondo e condividendo questo sogno.

Ma anche le più belle storie, presto o tardi, giungono ad una fine.

Abbiamo remato con tutte le nostre forze, cercando di raggiungere la visione di una solida realtà competitiva, come intravisto all’estero,che in Italia tutt’ora “fatica a crescere”. Abbiamo portato il nostro contributo alla scena Esports italiana, tentando di farla crescere per aprire le porte a nuovi investitori. Alla fine qualcosa si è mosso, distante da noi, ma abbastanza vicino da riuscire a distruggere il nostro credo, basato sulla meritocrazia e sulla forza di un lavoro svolto al massimo delle nostre capacità. A nostro avviso, raggiungendo un livello qualitativamente elevato.

 

AtraX

Il nostro primo team di LoL: Acefos, Gengarqt, DrMatt, Ikah, Desolacio.

 

Abbiamo dimostrato più volte di avere un occhio particolare per i giocatori di talento, ancor prima di essere visibili a tutti. Abbiamo costruito ogni volta nuovi team dal nulla, portandoli sempre ai massimi risultati in Italia, fissando l’estero come nostro obiettivo e investendo accuratamente le limitate risorse finanziarie a nostra disposizione.   Abbiamo sempre mantenuto la parola data, ma questo non è stato abbastanza.

 

AtraX

Il nostro team di Dota, insieme a qualche intruso di LoL ed al “giovane”  AK Boss.


Creai questa realtà con l’intento di cambiare le cose, personalmente, credo che la nostra parte l’abbiamo fatta MA…Ad oggi, non abbiamo più la possibilità di sviluppare le nostre idee.

Preferiamo ritirarci piuttosto di scendere a compromessi qualitativi che sminuirebbero il nostro nome. È dura accettare la morte di un progetto / sogno ma và fatto perché AtraX merita una fine dignitosa. “

Stefano, CEO AtraX

AtraX

Foto dell’ultimo roster AtraX di LoL: Counter, DrMatt, Clap, Belze, Brizz e Maicol Calegari di MSI.

 

Siamo sempre andati avanti con l’idea che AtraX dovesse essere una realtà solida, con una struttura ed un’organizzazione professionale e vincente. Purtroppo le buone idee ed i migliori propositi non bastano se non affiancati da risorse economiche consistenti da investire sul lunghissimo periodo, cosa che noi non siamo più in grado di sostenere autonomamente.

 

Per questi motivi annunciamo la chiusura del settore competitivo di AtraX.

 

Vogliamo precisare che AtraX rimarrà presente nell’ambito Esport e Gaming. Sfrutteremo tutta l’esperienza acquisita in questi anni di lavoro per offrire servizi di consulenza professionale e gestione diretta di attività a 360° oltre che alla realizzazione e sviluppo di progetti legati a questo ambito.

Qualora giungesse l’occasione che ci permetterà di tornare nella scena, mantenendo ideali e standard qualitativi, saremo pronti.

 

Ringraziamo di cuore tutti i brand, le persone ed i fan che ci hanno accompagnato fin qui, è stato un viaggio magnifico, ma è tempo di cambiamento. Un ringraziamento speciale anche a tutti i giocatori che abbiamo avuto nei nostri team.

GRAZIE!

AtraX

I player di Hearthstone e lo staff al F4LS: Snowman,Turna, Yragarn , Romeus, Crus e Nyjell.

#GoodbyeAtraX

ARTICOLI CORRELATI